Carta da parati in bagno? Si può

Carta da parati in bagno? Si può 

Si può usare la carta da parati in bagno? La carta da parati in bagno tende a scollarsi o lasciarsi andare nel corso del tempo o ci sono garanzie di resistenza? La carta da parati torna di gran moda negli ultimi tempi. Questa decorazione murale si può usare anche in bagno, nonostante spesso si pensi il contrario. 

Questo prodotto decorativo consente di personalizzare le pareti della casa in modo unico, ad esempio di colorare una parete e di renderla luminosa e davvero bella da vedere. Inoltre nella scelta della tappezzeria si può optare per i modelli, i colori e l’effetto tattile che si preferisce: esiste la carta da parati ruvida, lucida, metallizzata e di tantissime altre tipologie, comprese quelle più naturali. La tappezzeria può avere un’eccellente resistenza al vapore ed all’umidità, sempre che la si scelga al meglio. In alcuni casi, la carta da parati può anche sostituire bene perfino la ceramica del bagno, e può essere davvero a prova d’acqua. Ma come scegliere una carta da parati per il bagno che sia davvero resistente? Differentemente da quanto si pensa, esistono tantissimi modelli di carta per bagni (e anche per la cucina) che resiste all’umidità per molti anni ed anzi, può essere anche messa a contatto con il lavabo. 

La tappezzeria tradizionale, ovviamente, non è adatta a questa scelta perché tende a sollevarsi e gonfiarsi, creando delle rughe. Invece la tappezzeria ad hoc per il bagno è perfetta per potersi regalare delle composizioni completamente nuove e resistenti all’umidità ed anche al calore. Ovviamente la scelta deve essere ponderata e riguardare quei materiali che sono creati apposta per resistere all’umidità ed all’acqua anche per un lungo lasso di tempo. Se avete dubbi riguardo alla scelta della carta da parati per il bagno e volete qualche consiglio utile, siamo sempre a disposizione. Da anni infatti ci occupiamo di posa di tappezzeria di ogni tipo ed abbiamo maturato l’esperienza anche per la posa e la scelta della carta da parati per bagni e cucine, resistente ad umidità e calore. 

Tipi di carta da parati per bagno 

La carta da parati per il bagno è connotata da una eccezionale resistenza rispetto agli sbalzi termici ed al vapore dell’acqua. 

Insomma, si tratta di una tappezzeria prodotta con materiali particolari ed in grado di resistere anche al contatto con ambienti umidi, acqua, e ovviamente anche lavabile. Per una migliore garanzia di igiene, infatti, è bene che la carta da parati per i bagni sia sempre facilmente lavabile e resista ai prodotti neutri. 

Ma quali sono i materiali migliori per orientarsi nella scelta? 

  • La carta da parati vinilica. La carta vinilica è composta da un doppio strato che le garantisce una particolare resistenza. Si tratta di uno strato di carta e di uno di tessuto non tessuto, coperto da vinile o PVC che consente di rendere il tutto impermeabile. Si tratta di una carta ignifuga, duratura nel tempo, lavabile, che si può applicare facilmente e velocemente per mezzo di un collante al poliuretano che è particolarmente resistente ai funghi ed all’acqua. Idrorepellente e utile per contrastare la formazione di muffe, è impermeabile e non è adatta ad entrare a contatto diretto con l’acqua come per esempio nella doccia. Risulta anche morbida e vellutata quando viene toccata. 
  • Carta in fibra di vetro. La carta da parati per bagno in fibra di vetro è sicuramente meno economica ma garantisce anche una perfetta impermeabilità. Si tratta della soluzione migliore se la tappezzeria viene messa a contatto con l’acqua. Composta da diversi strati, di cui il primo isolante, grazie ad uno speciale brevetto non lascia filtrare l’acqua. Quindi è estremamente impermeabile e resistente, dura nel tempo. 

Posa della carta da parati

Prima della scelta della carta da parati è bene comunque controllare che il bagno abbia una ventilazione adeguata, almeno un aeratore. Per il resto non ci sono limiti, si può scegliere il modello migliore secondo i propri gusti. Ci sono tantissime fantasie diverse, da quelle carte con decori di animali a quelle con decori floreali, quelle color pastello per un bagno classico, o con i disegni. Si possono anche combinare stampe diverse di carta da parati per bagno basta che siano tutte della stessa qualità e resistenza all’acqua. 

La posa della carta da parati per il bagno dovrebbe sempre avvenire da parte di esperti. Nella nostra esperienza pluriennale sappiamo bene che il momento della posa è di fondamentale importanza non solo per una questione estetica e di simmetria ma anche perché così la carta dura più a lungo. Se ci sono dei buchi o delle fenditure è bene passare e levigare bene il muro prima di attaccarvi la carta. Inoltre il muro deve essere completamente asciutto e pulito. È anche possibile applicare la carta da parati su delle piastrelle vecchie. In questo caso il professionista predispone un fondo rasante che crea una superficie liscia e che aiuta ad eliminare le rughe. 

Manutenzione della carta da parati per bagno 

La carta da parati per bagno è per sua natura particolarmente resistente all’acqua ed ovviamente all’umidità ed al calore. Tuttavia, è sempre materiale cartaceo e quindi richiede una manutenzione molto adeguata. Ad esempio deve essere spesso pulita con una spazzola con setole morbide oppure con l’aspirapolvere. Per eliminare le piccole macchie è possibile passare un panno umido o una spugna con un sapone neutro e non aggressivo, e strofinare con grande delicatezza. Non bisogna usare troppa forza per non graffiare la tappezzeria, e bisogna in generale fare sempre attenzione nella pulizia e gestione della carta. 

Se avete bisogno di consigli per scegliere la carta da parati migliore per il vostro bagno o per la vostra cucina, se avete bisogno di qualche indicazione o state cercando degli esperti per la posa, contattateci. Grazie alla nostra pluriennale esperienza possiamo garantire un risultato di massima qualità ed in grado di soddisfare davvero tutti. La possibilità di scelta estetica è molto ampia e i prodotti di alta qualità garantiti nel tempo e per la loro resistenza rispetto all’acqua. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.