POSTED BY cartongesso.cloud | Apr, 12, 2019 |

Migliore carta da parati come sceglierla

Negli ultimi anni la carta da parati è tornata prepotentemente di moda. Scegliere la migliore carta da parati oggi quindi non è difficile perché in commercio si trova davvero di tutto. La tappezzeria, che era stato un must dell’arredo fino a qualche decina di anni fa, ritorna in una chiave moderna e completamente rivisitata. Oggi la carta da parati è di moda perché consente di personalizzare in modo unico ogni ambiente della casa e di ottenere effetti sempre diversi. Inoltre se la tappezzeria comincia a stancare, c’è sempre la possibilità di rimuoverla in modo molto rapido e senza particolari problemi. 

La carta da parati può essere elegante, vintage, oppure dal sapore esotico. Può essere fonoassorbente e resistere all’umidità, ed essere persino apposta in bagno. Può migliorare anche il comfort dei singoli ambienti della casa e non solamente da un punto di vista estetico, risultando elegante, lavabile, semplice da applicare e rimuovere. Nella nostra lunga esperienza abbiamo visto moltissime persone chiederci la carta da parati per migliorare l’estetica della loro casa o anche solo di una stanza della casa. 

Quello che conta è che oggi questo prodotto non è più qualcosa di antico, da relegare nella casa della nonna: è una soluzione perfetta per arredare la casa in modo creativo e luminoso, in maniera moderna, se si preferisce, esotica o vintage. Insomma, la carta da parati permette di esprimere appieno la personalità dei proprietari con soluzioni sempre all’avanguardia. Si va dai colori metallizzati fino ai colori più spenti e classici, dalle stampe alle fotografie. C’è di tutto e di più nel mondo della carta da parati e la scelta è davvero ampia, vediamo quali soluzioni sono le migliori. 

Tipologia carta da parati

La carta da parati può essere composta da materiali diversi, ai quali corrisponde anche una differente resistenza e durata nel tempo. Ecco qualche informazione sui tipi più diffusi di carta da parati. 

  • La carta da parati in cellulosa. Classica, in carta, può avere superficie lucida, liscia, ruvida a seconda dei casi. Si tratta di un modello poco adatto ai contesti umidi. 
  • Vinile. La carta da parati in vinile è lavabile, resistente e robusta e come vedremo è indicata soprattutto per l’applicazione sulle pareti del bagno e della cucina.
  • TNT. Il tessuto non tessuto è un tipo di carta da parati molto impermeabile e resistente, viene usata spesso perché semplice non solo da applicare ma anche da rimuovere. Infatti non lascia aloni sul muro. 

Gli stili della carta da parati

Nella scelta della carta da parati bisogna tenere in considerazione innanzitutto lo stile del prodotto. Esistono tappezzerie di tanti stili diversi, che possono permettere di personalizzare appieno la stanza secondo le vostre esigenze e i vostri gusti personali. Ecco qualche esempio: 

  • Stile Industrial. Per un arredo più moderno, industriale, contemporaneo, lo stile industrial è sicuramente una delle scelte migliori in assoluto. 
  • Vintage. Volete una casa che sappia di vintage? Ci sono tantissimi modelli e stampe di carta da parati che possono rendere la vostra casa perfetta per quetso tipo di arredo. 
  • Shabby Chic. Lo stile shabby chic è uno dei migliori per riprodurre i colori provenzali e delle delicate fantasie floreali. 
  • Tradizionale. La carta da parati damascata, per esempio, è uno dei modelli più classici in assoluto per chi voglia una soluzione classica. Oppure la carta da parati in tinta unita o a strisce. 
  • Art Deco. Oggi la moda si evolve… e con lei anche lo stile. La carta da parati art Deco è sicuramente una delle migliori: foglie, rami e ventagli per una casa stile vintage davvero unica. 
  • Stile casual. Uno stile divertente e giovanile, magari a tema foglie o alberi, per dare un tocco di luce e di naturalezza all’ambiente e per regalare un contesto rilassante alla stanza.

La carta da parati: errori da evitare 

È molto importante cercare di scegliere bene la carta da parati ma soprattutto evitare alcuni errori abbastanza classici che possono rovinare l’effetto finale. Tanto per cominciare, la carta da parati deve essere mantenuta nel tempo. Il nostro consiglio è quello di scegliere un prodotto che possa durare nel corso del tempo e che possa essere lavabile, a seconda delle vostre esigenze. In questo modo potete scegliere un modello di un tipo o di un altro, basta che sia resistente e solida e facilmente lavabile. 

In secondo luogo bisogna anche curare le proporzioni che la carta da parati assume. Ad esempio se la stanza è molto piccola, la carta da parati andrebbe scelta più grande per un effetto visivo che amplia la stanza. Scegliere la carta piccola per una stanza piccola equivale a rimpicciolirla ancora di più da un punto di vista visivo. 

La carta da parati per cucina e bagno 

Volete scegliere la carta da parati per la cucina ed il bagno? In questo caso la soluzione migliore è optare per dei materiali abbastanza resistenti e pensati per resistere all’umidità. La carta da parati lavabile in questi casi è la soluzione migliore perché è facile da pulire anche solo con una semplice spugna. 

La soluzione perfetta per le esigenze di chi vuole mettere la tappezzeria in bagno o cucina è la carta da parati lavabile vinilica. Si tratta di un modello che ha una resa superiore rispetto alla media e che permette di essere posata con grande semplicità. Inoltre nel caso in cui ci si stufasse, è anche molto facile da rimuovere. 

Lo strato superiore della carta da parati vinilica è in vinile, il secondo in TNT, tessuto non tessuto. Facile da applicare, veloce da rimuovere, è anche semplicissima da lavare solo con acqua e con sapone neutro. Inoltre è anche inodore ed è inassorbente, quindi questo la rende perfetta per la zona della cucina. 

Il fatto di essere impermeabile e lavabile rende la carta da parati da cucina e bagno la migliore in assoluto per chi abbia esigenza, per motivi estetici, di usare la tappezzeria anche in queste due zone così delicate della casa. Anche in questo caso ci sono migliaia di possibilità e di scelte fra le quali valutare la soluzione migliore per la propria casa. 

Tags :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *